COMUNICATO STAMPA WORKSHOP 28/02/19

DALLA SCUOLA A ……

Un bando e un workshop come occasione per promuovere modi innovativi di abitare, lavorare e fare comunità.

Lo scorso 28 Febbraio 2019 si è tenuto, presso il Centro GREPPI di Pero,  il Workshop organizzato dal Comune di Pero per la riqualificazione della Scuola Marconi di Pero, alla presenza del Vice sindaco di Città Metropolitana Arianna Censi, degli Assessori e Tecnici del Comune  e dai consulenti incaricati  facenti parte del Team di DISTRETTO33.

La presentazione dei lavori si è aperta con l’illustrazione da parte del Sindaco Maria Rosa Belotti di come la scuola sia posizionata in un luogo strategico, non solo perché nei pressi della SS del Sempione, ma anche perché vicino al Palazzo Comunale e al sito MIND (ex area EXPO), a Fiera Milano, al nuovo quartiere di Cascina Merlata, ai più importanti nodi di mobilità e trasporto regionali.

Le idee che sono state proposte dall’Amministrazione Comunale, in base anche ai desideri che in passato sono stati manifestati dai cittadini, riguardano la riqualificazione della struttura in Centro Polifunzionale, contenente un auditorium, un’aula consigliare, oltre a spazi adibiti al coworking e cohousing; altri esempi di destinazioni prioritarie potrebbero essere servizi per la cultura, o attività rivolte all'inserimento inserimento lavorativo per persone in difficoltà. Quello che le proposte di manifestazione di interesse dovranno garantire comunque è una sala multifunzionale e un luogo che possa contenere almeno 200 persone in una situazione modulabile e che possa ospitare periodicamente il Consiglio Comunale.

L'avviso per manifestazioni di interesse pubblicato ricerca funzioni che si auto sostengano, una vera e propria progettualità collettiva costituita da operatori che insieme siano lavorare in sinergia per poter creare una gestione che garantisca sostenibilità e servizi nel lungo termine. A tale riguardo, è stato messo in luce come sia importante guardare al progetto attraverso un’ ottica innovativa: la molteplicità delle funzioni e degli attori è indispensabile per garantire la continuità gestionale degli spazi, e i processi di selezione dei finanziamenti sono importanti per stabilire fiducia nei rapporti tra pubblica amministrazione, cittadini e investitori.

Proprio per questo motivo, durante i processi di ricerca preliminare sono stati studiati casi esemplari di rigenerazione urbana, cercando di costruire una strategia progettuale che lavori in rete e definisca geografie di finanziatori, gestori e utenti adeguate agli interventi, promuovendo con il Workshop un primo momento di dibattito culturale e scambio fra enti e attori del territorio.

Questi in breve, i messaggi lanciati dai relatori:

- Fondazione Housing Sociale ha ricordato come la finalità dell' iniziativa fosse quella di far incontrare i vari operatori per far scaturire delle sinergie.

Il progetto potrà raccogliere idee su modello di Concept NUB (New Urban Body), modello di rigenerazione urbana che crea luoghi abitati da soggetti eterogenei, animati da un’ampia gamma di attività, promossi e gestiti da attori diversi (pubblici, privati, organizzazioni locali e noprofit) sia come ruoli che come regime di finanziamento e autosostentamene..

 

- È vincente pensare ad un luogo riqualificato come ad un luogo che operi non solo su scala locale bensì su scala globale, orientato alla sostenibilità economica, sociale e ambientale. Su schema di questo modus operandi il comune di Pero si sta muovendo per la riqualificazione, lavorando in modo coordinato con Città Metropolitana, rappresentata dal Vicesindaco Arianna Censi e dal gruppo intersettoriale Ri.Me (Rigenerazione Metropolitana), che ha inserito il fabbricato delle Ex Scuole Marconi nella banca dati del suo incubatore di rigenerazione urbana, finalizzato alla ricerca di fonti di finanziamento.

 

- i tecnici consulenti di Distretto33, l'architetto Stefano Casagrande e l'avvocato Tiziano Ugoccione hanno ricordato gli aspetti salienti della procedura, che punta a una seconda fase in cui attivare un processo di partenariato pubblico privato o un progetto cofinanziato secondo gli esiti delle manifestazioni di interesse, e le caratteristiche più rilevanti del fabbricato, che ha una dimensione di 2.500 mq di superficie di pavimento su tre piani.

Successivamente alla presentazione si sono aperti i tavoli di lavoro coordinati da FHS Fondazione Housing Sociale che hanno permesso ai partecipanti di sviluppare idee di gestione e di riqualificazione condivise che potranno essere oggetto della presentazione di “Manifestazioni di interesse” che dovranno pervenire al Comune di Pero entro il 26 marzo p.v. Per dare continuità ai contatti avviati è stato costituito un gruppo facebook* aperto agli operatori che hanno partecipato al workshop, e agli altri interessati che ne facciano richiesta.

*indirizzo

Pero, 7 marzo 2019